lunedì 6 aprile 2009

La Msi

Ci ritroviamo a parlare per la seconda volta in pochi giorni di MSI, società attiva da tempo nel nel settore dei netbook. Vi abbiamo parlato del suo X340, che abbiamo definito un notebook a la "AIR", ironizzando sulla sua somiglianza al ben più noto MacBook Air di Apple, ed oggi alla ribalta della cronaca sale il modello U115, un netbook che promette ben 16 ore di autonomia. Ma le peculiarità di questo modello non si fermano alla batteria, approfondiamole insieme ...
L'MSI U115 si basa su un sistema di archiviazione ibrido, avendo in dotazione contemporaneamente un disco tradizionale da 160GB dedicato all'archiviazione ed un modulo NAND basato su memoria flash da 8GB che ospita il sistema operativo.

Questo permette di decidere in fase di avvio se usare il solo SSD oppure affiancarlo con il disco tradizionale per le esigenze di maggior archiviazione. Questa doppia opzione è fondamentale per contenere i consumi e raggiungere un'autonomia record.

L'U115 è basato su piattaforma Intel Menlow, che è caratterizzata da un consumo molto contenuto, max 5W, ed è pilotato da un processore ATOM Z350 da 1.6GHz di frequenza. 

Le altre caratteristiche sono:
- Schermo da 10.4" retroilluminato a LED con risoluzione di 1024 x 600 pixel
- Wi-Fi 802.11 b/g/n
- Bluetooth
- Lettore di schede di memoria 4 in 1 (XD, SD, MMC e Memory Stick)
- Peso 1,3 KG

Come vi dicevamo l'autonomia dichiarata da MSI tocca le 16 ore, ma il disco rigido tradizionale deve essere disattivato.

Si tratta comunque di un segnale importante.
In passasto si è molto parlato di queste soluzioni ibride, che però non erano mai confluite su un prodotto di largo consumo. Vedremo l'accoglienza del mercato e la reale durata nell'uso normale, al di là dei test di laboratorio.
Per questo occorre però attendere ancora un pò, infatti questo prodotto non è ancora disponibile sul mercato. Adesso miei lettori saluto Chicco.

Nessun commento: